Bite per denti

 

Bite per denti: a cosa servono,tipologie e finalità cliniche

bite per denti

I bite sono dei “plantari” della bocca che servono per migliorare il funzionamento delle funzioni (muscolari, articolari e occlusali). Il presupposto base è che il dentista sia un esperto di gnatologia poiché altrimenti il bite può funzionare più o meno bene nel tempo breve ma non portare benefici stabili nel tempo prolungato. Nel lungo periodo al bite deve seguire ad una riabilitazione occlusale protesica, ortodontica o di conservativa. Quindi lo gnatologo sia avvarrà di competenze specifiche di validi collaboratori.

I bite sono dei veri e propri apparecchi ortopedici, specie di plantari della bocca che, in mani esperte, servono per dare equilibrio a tutte le componenti del sistema masticatorio (muscoli del viso e della nuca, articolazioni temporo-mandibolari e disordini occlusali ossia del combaciamento dei denti). Il bite ha molteplici funzioni (decomprime le articolazioni, rilassa i muscoli e riposiziona la mandibola; nello stesso tempo chiarisce allo gnatologo la responsabilità dell’occlusione sui sintomi cranio-mandibolari e sui disturbi posturali).

 

 

Numero Verde Dentista

Area Riservata