Impianto ritardato,dentista colpevole

Corte di Cassazione - Responsabilità dell'odontoiatra per rigetto della protesi applicata in ritardo. Sussiste responsabilità dell'odontoiatra, inquadrandosi l'errore nell'impianto della protesi a distanza di sette mesi dall'estrazione dei denti ed individuandosi il profilo di colpa nell'aver proceduto all'impianto nonostante che l'eccessivo lasso di tempo trascorso desse certezza del fallimento di tale operazione sostanziandosi il comportamento dello specialista in un vero e proprio errore tecnico dovuto ad imperizia. (Avv. Ennio Grassini - www.dirittosanitario.net)

Da Infodent on line

In parole povere un impianto non immediato può essere considerato un errore (noi non condividiamo una tale affermazione). Segnaliamo questa interpretazione per sottolineare come gli impianti inseriti immediatamente dopo l'estrazione siano una soluzione ottimale nella maggioranza dei casi.

Area Riservata