Ho paura del dentista

Paura dal dentista o paura del dentista anche detta odontofobia

La maggioranza delle persone (60%) ha timore e paura di affrontare cure odontoiatriche. L’odontofobia ha ispirato studi di psicologia utili al paziente per ridurre l’ansia del paziente odontofobico. Di fatto lo psicologo non ha gli strumenti specifici per affrontare il paziente pauroso e l’esperienza di un odontoiatra esperto di odontofobie

La prima cosa che va curata è “l’effetto ambiente”: bisognerà assicurare al paziente timoroso un ambiente accogliente e sereno, da parte del personale medico e paramedico.

Per quanto riguarda poi la tecnica di approccio del dentista, si applica il principio mutuato dalla pedodonzia (cura dei bambini): - Spiega, mostra, fai –.  Il che significa, che il dentista specialista deve dialogare attentamente con il paziente pauroso spiegando, per fila e per segno, le procedure. Mostrerà gli strumenti che adopererà e le sensazioni che il paziente proverà durante il lavoro.

La cosa più importante è la modalità di comunicazione per convincere il paziente pauroso: il tono rassicurante e la ripetizione dei concetti; il paziente fobico ha i canali sensoriali di comprensione chiusi e le sue facoltà di ascolto e di comprensione sono ridotte al lumicino poiché la sua attenzione è focalizzata su ciò che potrebbe accadere nel prossimo futuro. 

E’ molto importante definire il livello di ansia del paziente per valutare un approccio adeguato del professionista. A tal fine, nel nostro centro a Roma, si esegue un test di valutazione del livello di ansia.

Qualora il livello di ansia superi i parametri fisiologici,  si indirizzerà il paziente verso soluzioni alternative come l’analgesia cosciente (o l'analgesia profonda):

L’analgesia cosciente si realizza con la tecnica endovenosa (eseguita da un anestesista), e la somministrare di farmaci ansiolitici e analgesici (benzodiazepine), come quelli usati prima di eseguire un’anestesia generale.

E’ una tecnica sicura e affidabile indicata per indurre uno stato di rilassamento e di distacco dall'ambiente circostante, mantenendo però il paziente vigile e in integrità di riflessi.

Il paziente pur se apparentemente sonnolento, se chiamato, è in grado di rispondere e collaborare.

Il paziente dovrà essere riaccompagnato al suo domicilio da un adulto e non potrà guidare fino al giorno successivo. 

 

Studio dentistico dentista.it P.zza di Spagna 66, Roma

                       Tel. 3408186838

 

Area Riservata